L’Amore unisce le nostre anime

e ci trasforma in un solo Essere

 

Art for Young

Art for young è un progetto creato da Andrea Roggi nel 1999.
Lo scultore ha da sempre cercato di promuovere la sua arte non solo verso un pubblico adulto e consapevole, ma soprattutto si è operato per coinvolgere anche i più giovani, spesso invece poco stimolati ad avvicinarsi e interagire con l’arte, perché appunto percepita come attività di élite e chiusa in se stessa.
Con la fondazione del Parco della Creatività presso Manciano a Castiglion Fiorentino, nel cuore della Valdichiana, Andrea Roggi si fa promotore di un’arte totalmente fruibile a tutte le persone. Attraverso il loro collocamento nel giardino all’aperto infatti, le sculture creano un parco sia ludico che di studio, dove i ragazzi sono stimolati a esplorare la loro creatività attraverso l’arte che più trovano vicina al loro essere.
Luogo di gioco e di incontro fatto di poeti, cantastorie, sogni e favole che si rincorrono in girotondi volanti e spensierati, il parco diviene anche parco giochi per i più piccoli, essendo le creazioni dell’artista pervase da un senso di serenità e giocosità, come quelle de Il gioco della vita. Non è un caso che le opere di Roggi siano apprezzate anche da bambini e ragazzi, che vedono forse in esse un ricordo dei loro giochi e dei loro sogni infantili, rimanendone per questo molto affascinati.
Il Parco si è confermato negli anni un punto di riferimento per la promozione della cultura e dell’arte in tutte le sue forme, attraverso eventi, esposizioni e conferenze dedicate a questi temi, in cui anche i giovani artisti sono stati invitati a esporre le proprie opere e a partecipare attivamente.
L’obiettivo di Andrea Roggi è stato quello di creare un punto di incontro, un luogo fisico, dove i ragazzi potessero avvicinarsi all’arte senza timore di intraprendere qualcosa di troppo ostile per loro o la loro età, un luogo dove venissero stimolati a sviluppare la propria creatività in totale libertà. I ragazzi riescono particolarmente ad avvicinarsi all’arte di Roggi perché la capiscono immediatamente, essendo le sculture veicolo di messaggi diretti e facilmente comprensibili. Non un’arte ermetica e faticosa da apprezzare, ma un’arte in bronzo diretta e comunicativa, il cui messaggio è universale e riesce a trasmettersi a tutte le persone.